Come nasce VoltiPartigiani

Benvenuti sul sito di VoltiPartigiani.

Verso la fine del 2010, in seno alla Commissione Scuola dell’Anpi zona Garda Valsabbia, si è delineato il progetto, impegnativo e necessario, di mettere a disposizione al grande pubblico racconti, personaggi, fotografie e testimonianze della Resistenza e dell’antifascismo legati al territorio, tramite uno strumento di facile diffusione: internet.

Una prima versione del sito vedeva la presenza di circa 2000 schede di partigiani, militari internati, internati, civili, ecc della provincia di Brescia. Questa sezione è in fase di riscrittura.

La presente versione affianca alle schede un tentativo di condivisione di una riflessione e di progetti per, partendo dall’esperienza resistenziale, parlare di Sogni.

Se guardiamo a quel periodo, a quelle persone, vediamo come di fondo fosse il desiderio di una vita differente, senza spazio per le guerre, fossero i sogni e le speranze per le quali era necessario sacrificarsi il messaggio che siamo chiamati a non disperdere.

Non il culto di persone rese astratte da classificazioni di eroi o vittime, ma riconoscerli nelle loro specificità, nei loro volti, accumunati da un fermento civile e politico e da un destino che non vanno dimenticati: riconoscere e non dimenticare per cosa o a causa di cosa morirono o soffrirono.

Da qui il riconoscimento di Esseri Umani che sono stati Volti Partigiani.

Che cosa ci rende Esseri Umani? Perchè stigmatizzare i Volti che fanno la scelta di essere partigiani, cioè essere dalla parte della propria umanità?

Attualmente il sito è suddiviso in 3 sezioni:

– lo spazio dell’ARCHIVIO con le schede che si spera di poter con il tempo completare

– lo spazio per i VOLTI PARTIGIANI OGGI con le due sottosezioni legate ai soggetti e ai contenuti extra che hanno dato vita all’archivio e alla neonata Rete 25 Aprile …. sempre Garda Valsabbia con le relative iniziative e documenti.